ASDTAMO'-Accademia YinDaoYang

Vai ai contenuti

Menu principale:

Dao Yin YSG

Daoyin YangShengGong
-Ginnastica per la Salute-





Il daoyin yangshenggong (esercizi di nutrimento vitale daoyin) è il risultato di una lunga e profonda ricerca condotta
dal professor Zhang Guangde dell'Università per l'Educazione Fisica di Pechino sulle antiche tecniche del daoyin.

I suoi movimenti morbidi, fluidi ed armoniosi sono studiati per facilitare il deflusso dell'energia vitale in tutto il corpo,
sciogliere le articolazioni, tonificare e ossigenare i muscoli, rilassare il sistema nervoso.

Numerose prove cliniche effettuate in Cina e le verifiche di alcuni specialisti e studiosi del mondo medico anche occidentale,
hanno dimostrato che il Daoyin yangshenggong è efficace nel rafforzamento della salute e nella prevenzione
e cura di molte malattie acute e croniche, senza per contro evidenziare alcun effetto collaterale.

Ma non è solo alla "salute" in senso stretto che si limita la sua azione. Grazie ad un controllo profondo e minuzioso della concentrazione,
della respirazione e dei movimenti del corpo, il daoyin del Professor Zhang Guangde è un vero e proprio metodo di coltivazione e crescita interiore.
Grazie ad esso si stabilisce un contatto profondo tra mente e corpo tramite il quale è possibile ripristinare quell'armonia interiore
così spesso danneggiata dalla frenetica vita quotidiana.


Il professor Zhang Guangde

Zhang Guangde nacque nel marzo del 1932 nella città di Tangshan, provincia di Hebei,
città nella quale fu fondata nel 1955 la prima clinica esclusivamente dedicata al qigong.
Il prof Zhang nel movimento 'una barca leggera attraversa il calmo fiume'Cresciuto in seno a una famiglia di rinomati medici tradizionali,
nel 1955 fu tra i primi iscritti al neonato corso di wushu dell'ISEF di Pechino.
Diplomatosi a pieni voti nel 1959 fu subito assunto come insegnante dall'Istituto stesso
e nel 1963 fu tra i primi laureati del corso di specializzazione per ricercatori di Wushu.
Negli anni '70 si dedicò con tenacia allo studio delle tecniche daoyin, giungendo a formulare il sistema daoyin yangshenggong,
oggi praticato da più di quattro milioni di persone sparse in tutte e cinque i continenti.
All'inizio degli anni '80 fondò il "Gabinetto di Ricerche sul Daoyin Yangshenggong" presso l'Istituto Superiore per l'Educazione Fisica di Pechino
e fu presidente della Commissione Speciale di Studi sul Daoyin Yangsheng dell'Associazione Cinese di Educazione Superiore.
Attualmente è Professore Ordinario e Ricercatore presso la Facoltà di Wushu dell'Università per l'Educazione Fisica di Pechino,
Direttore Generale Onorario del "Centro Zhang Guangde sul Daoyin Yangshenggong" dell'Università per l'Educazione Fisica di Pechino
nonché membro permanente e vice segretario dell'Associazione Cinese di Studi sul Wushu.


Da ormai più di 35 anni svolge attività pedagogica e tra i suoi allievi spiccano anche nomi famosi come Wu Bin,
noto allenatore di blasonati campioni d'arti marziali.
Ma è nello studio e nella ricerca che vanta i maggiori successi e riconoscimenti;
il suo testo "Daoyin yangshenggong"
del 1992 ottiene il secondo premio allo "Sviluppo pedagogico, scientifico e tecnologico nazionale".
Nel 1993 ottiene la "sovvenzione per specialisti" in virtù del suo "eccezionale contributo all'educazione superiore".
Nel 1996 è inserito tra i "cento talenti del wushu cinese" e nello stesso anno il suo daoyin yangshenggong
è riconosciuto come "metodo di costruzione fisica nazionale per tutto il popolo".
Nel 1997 viene inserito nel "grande dizionario dei professori d'educazione fisica della Cina contemporanea" e nel
"dizionario degli specialisti in pedagogia della Cina". Nel 1998 gli viene riconosciuto l'ottavo grado in wushu dall'Associazione Cinese Wushu.
Fino ad oggi ha pubblicato ben 13 scritti: "autogestirsi con l'arte di nutrire la vita",
"Gli esercizi Daoyin di nutrimento vitale - tecnica (tomi 1 e 2)
- teoria - il nutrimento vitale - risposte ai dubbi", "Yangsheng taijizhang (1)"
"Yangsheng taijizhang (2)", "Yangsheng taijijian",
"esercizi di allenamento fisico e mentale per bambini", "spiegazione illustrata dei 14 meridiani",  
"cento esempi di chiavi articolari", "introduzione al wushu", ecc.
Di questi il testo "Daoyin yanshenggong" è stato tradotto e pubblicato in sei lingue.
Ha pubblicato inoltre anche 32 tra articoli e saggi sul wushu e sullo yangsheng,
molti dei quali hanno ricevuto il primo e secondo premio da parte dell'Università
per l'Educazione Fisica di Pechino e il premio speciale dell'Associazione delle Scienze Sportive Cinesi
e dell'Associazione Nazionale Saggi e Rapporti sul Wushu.
E' stato invitato a tenere corsi e conferenze in università francesi, presso l'Università di Oldenburg (Germania),
presso l'Università di Tokyo e l'Università Giapponese dello Sport.
Ha tenuto lezioni e seminari in oltre dieci paesi tra cui: Giappone, Singapore, Corea, Francia,
Germania, Gran Bretagna, Belgio, Olanda, Austria, Portogallo e Australia.


                                                                                                                                                                       Fonte: DaoYin Italia



Torna ai contenuti | Torna al menu